Anno di pubblicazione, Autore, Caratteristiche, Conclusione, Editore, Genere, libri americani, Recensioni, Valutazione

L’altra metà del sole, di Corban Addison.

Foto personale coperta da copyright. Se utilizzata citare integralmente il Blog.

Titolo: L’altra metà del sole

Autore: Corban Addison

Editore: Sperling & Kupfer

Lunghezza: 382 pagine

Data di uscita: 22 Maggio 2012

Trama: “Dall’altra parte del sole, forse, può esserci un mondo diverso”. Ahalya, diciassette anni e due occhi nocciola profondi e luminosi, ci crede fermamente, anche se la vita le ha portato via tutto: uno tsunami si è abbattuto sul suo villaggio, nel sud dell’India, distruggendole la casa, la famiglia e il futuro, lasciando orfane lei e la sorellina Sita. Forse è proprio la piccola Sita, così innocente e spaventata, a dare ad Ahalya la forza di resistere, anche adesso che le due ragazzine si trovano a Mumbai, prigioniere in un bordello. Ogni sera, Ahalya racconta alla bimba una favola: una delle mille storie che, in un tempo ormai lontano, la nonna sussurrava loro per farle addormentare, e che parlano di fiori, magia e spiriti buoni. Finché un giorno, tornando come ogni sera nella loro stanza spoglia, Ahalya non trova più traccia della sorella… Non c’è nulla di così impossibile da non poterlo almeno sognare. È per questo che Thomas Clarke, avvocato, ha scelto di lavorare nel campo della difesa dei diritti umani. Sarà un ingenuo, forse, eppure non ha mai smesso di credere in una cosa soltanto: la giustizia. Così, dopo che il suo studio legale lo ha licenziato senza tante spiegazioni, Thomas parte per l’India, per unirsi a un team internazionale di avvocati che, come lui, vogliono rendere il mondo un posto più bello. O almeno provarci. E quando Thomas incontra Ahalya, bellissima nonostante la tristezza negli occhi, e ascolta la sua storia, decide di mettersi in cerca della sorellina scomparsa. Ingaggiando una battaglia che si rivelerà molto più grande di lui. E che solo un vero sognatore può combattere fino alla fine. Un romanzo che tocca il cuore, illuminando un intero mondo e tratteggiando con straordinaria umanità personaggi fatti di luce e di speranza.

Recensione:

Lo tsunami del 2004 fu un evento catastrofico di una forza e brutalità inaudita. Negli ultimi anni la natura non aveva dato modo di pensare che volesse ribellarsi all’uomo con quella potenza. In quell’occasione invece si spostò persino l’asse terrestre, scoprimmo. Ogni TV faceva la conta di morti, feriti, sfollati e dispersi. Ma di questi non si parlava come di persone, erano numeri.

Grazie a Corban Addison ci addentriamo nella vita di due sorelline indiane la cui vita felice viene sconvolta in un istante distruggendo non solo quello che possedevano, materialmente, ma anche e soprattutto le certezze che credevano di avere. Perdono il padre, la nonna, la loro tata e mentre tentano di raggiungere la loro scuola si ritrovano ad essere vendute ad un trafficante di schiave. Da lì, l’inferno.

Dall’altra parte del mondo, intanto, un avvocato perde il lavoro e decide di dedicarsi a ciò in cui ha sempre creduto: tutti, senza esclusione, dovrebbero avere libero accesso alla giustizia.

E’ così che l’avvocato Thomas Clarke incontra una delle due sorelline scampate al disastro ambientale, ed è scorgendo il vuoto dietro quegli occhi troppo giovani per essere tanto tristi, che decide di aiutarla a ritrovare la sua sorellina minore.

Le tematiche sono tante e agghiaccianti, ma Addison riesce a trattarle con tatto ed equilibrio. Non scade non romanzo d’avventura, né nel documentario cronicistico, ma lascia che il disperazione e la speranza che muovono i personaggi arrivi da sé al lettore.

E’ una storia di rinascita, di un fortissimo istinto di sopravvivenza e di amore, oltre che di vera fiducia nell’umanità, proprio quando si ha davanti il peggio di questa.

A chi ama le storie asciutte, senza fronzoli, che trattano tematiche importanti, a chi vuole sperare che un mondo migliore sia possibile, come Thomas Clarke, io dico che questo libro va letto. Resta nel cuore.

Nelle lunghe giornate in cui il sole brillava impietoso nel cielo, e le beshya, al piano di sotto, rumoreggiavano, Ahalaya cercava di mantenere viva la speranza nel cuore di sua sorella. Raccontava alla piccola Sita storie che venivano dal passato: storie sui loro genitori, o racconti dell’India antica… Il ritmo lento e cadenzato delle sue parole le portavano lontano dalla realtà, almeno fino a quando le scale scricchiolavano e la maniglia della porta si abbassava di nuovo.

Caratteristiche: giustizia sociale, tratta delle schiave, prostituzione minorile

Genere: docu narrativa

Stile narrativo: Racconta senza romanzare

PoV: in terza persona

Sensualità: assente

Finale: autoconclusivo

Voto: 4🖋️/5

Classificazione: 4 su 5.

https://amzn.to/3sOSXMi

Prezzo Kindle: 9.99

Kindle Unlimited: Non presente

Se ti è piaciuto il post, condividilo e commenta!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...